Torta con crema al limone – benarrivato Federico!

Cari amici,

con tanta gioia diamo in benarrivato al piccolo Federico (so già che sarà il mio “nipotino” preferito!).

Come potrei festeggiare se non con una deliziosa e simpatica torta?

Lavorare con pasta di zucchero è semplice e divertente, non servono attrezzi particolari se, come me, scegliete una decorazione non troppo complicata.

La torta è invece formata da un soffice Pan di Spagna e una delicata crema al limone.

Vediamo come si fa:

Ingredienti per il Pan di Spagna:

4 uova a temperatura ambiente

150 g di zucchero

1/2 cucchiaino di polvere di vaniglia

70 g di farina tipo 0

60 g di fecola di patate

40 ml di acqua

1/2 bustina di lievito

Ingredienti per la crema:

1/2 litro di latte intero

150 g di zucchero

75 g di farina 0

6 tuorli

la scorza di 2 limoni

il succo di 1/2 limone

Ingredienti per la bagna:

il succo di un limone

20 ml di acqua

20 g di zucchero

Per la decorazione:

1/2 vasetto di confettura alle pesche

500 g di pasta di zucchero bianca

100 g di pasta di zucchero colorata

Preparazione:

Questo pan di spagna è morbidissimo, dobbiamo però impiegare un po’ di tempo per montarlo a dovere, senza fretta.

Cominciamo a sbattere le uova (mi raccomando non fredde) con le fruste elettriche, per 5 minuti. Si solo le uova.

Uniamo lo zucchero e la polvere di vaniglia e continuiamo a montare con le fruste per altri 10 minuti

Saranno bianchissime e molto spumose. Uniamo le farine setacciate, l’acqua e il lievito setacciato e mescoliamo con cura, dal basso verso l’altro per non smontare le uova

Versiamo il composto in una teglia di 26 cm di diametro imburrata e infarinata e cuociamo in forno già caldo per 30/40 minuti a 180 gradi. Vale la prova stecchino.

So che rompo sempre le scatole con questa storia del forno già caldo, ma è essenziale per cuocere correttamente i dolci “spugnosi” come questo. Se mettiamo la torta nel forno tiepido e aspettiamo che si scaldi, le particelle d’aria inglobate durante la lavorazione delle uova, si sposteranno verso l’alto e usciranno, rendendo il pan di spagna gommoso.

Mentre la torta è in forno prepariamo la crema:

Mettiamo a scaldare il latte in un pentolino con le scorze dei limoni (solo la parte gialla, evitiamo quella bianca)

17AFCBB5-22F8-4E6E-9372-5530E7354CA0

A parte montiamo i tuorli con lo zucchero, uniamo la farina setacciata e mescoliamo bene. Uniamo a poco a poco anche il latte caldo, filtrando le scorze. Rimettiamo sul fuoco il composto e lasciamolo rapprendere sempre mescolando. Quando sarà denso spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare.

Uniamo ora il succo di mezzo limone

0C271BEF-9375-43F7-B0DD-FBCCCD15E27B

e mescoliamo con cura. Otterremo una crema vellutata e profumata

Teniamo da parte la crema e prepariamo la bagna mettendo a bollire in un pentolino il succo di limone, l’acqua e lo zucchero. Bastano un paio di minuti di bollore. Lasciamo raffreddare.

Ora recuperiamo il Pan di Spagna, tagliamo la cupola e tagliamo orizzontalmente in due metà

Con l’aiuto di un pennellino bagniamo con la nostra bagna il primo cerchio e spalmiamo la crema

Chiudiamo con il secondo disco e bagniamo. Facciamo riposare in frigorifero per un’oretta.

Recuperiamo la nostra torta e ricopriamola con un sottile velo di confettura. Ho scelto quella alle pesche perché mi sembra l’abbinamento ideale con la crema al limone, va benissimo anche una confettura alle albicocche.

Attenzione: la confettura è necessaria affinché la pasta di zucchero aderisca al dolce. Non usate confetture scure che potrebbero macchiare la pasta bianca.

Riponiamo la torta in frigorifero mentre tiriamo la pasta di zucchero.

Bisognerebbe utilizzare un piano e un mattarello in silicone, ma se stendiamo la pasta aiutandoci con due fogli di carta forno, il risultato è comunque garantito 🙂

Stendiamo la pasta di uno spessore di 0.4 cm circa e disponiamolo sulla torta facendolo aderire bene anche ai bordi. Possiamo aiutarci con una spatola premendo delicatamente.

Ritagliamo gli avanzi con una rotella per la pizza. Non deve essere un lavoro accurato, con la decorazione del bordo inferiore non vedremo più eventuali sbavature.

Sempre con l’aiuto della carta forno, prendiamo la pasta colorata (possiamo anche scegliere di usare quella bianca e colorarla con un colorante alimentare) e formiamo due “cordoncini” che intrecceremo e metteremo alla base della torta.

Il resto lo farà la nostra fantasia 🙂

Io ho comprato degli stampini per lettere e con la “0” ho preparato dei bottoncini da mettere sul bordo. E’ divertente perché ognuno di noi può decorare come meglio crede 🙂

Che ne dite, sarà felice il piccolo? 😉

Buona giornata amici e grazie per la visita!

 

 

  • |
  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *